Sei in: »Turismo SangroAventino »Quadri




Turismo SangroAventino

[Arte e Cultura]

Sito Archeologico

La storia del sito Archeologico di Trebula

Immagine: Foto del Sito Archeologico di Trebula

Sito Archeologico di Trebula
Il Sito Archeologico di Trebula si trova attualmente in fase di scavo. Il toponimo “Trebula” corrisponde al termine del vocabolario italico “casale”.
Č interessante sapere che il paese di Trebula è stato citato in un iscrizione risalente al periodo dell’imperatore Adriano, in cui si venerava la divinità di Juppiter Trebulanus.
Trebula, insieme con Cluviae e Juvanum, divenne municipio dei Samnites Carecini dopo la guerra sociale.
Dagli scavi sono tornati alla luce un piccolo anfiteatro, alcuni tratti del recinto sacro del santuario in opera poligonale, i resti dell’arena e altri edifici monumentali. Del tempio dedicato a Juppiter, si conservano il podio e parte della pavimentazione della cella. Sul lastricato dell’area sacra è ancora visibile lo spazio destinato all’altare.
Sull’area occupata dal tempio, tra il X ed l’XI secolo, venne edificata l’abbazia di S. Maria dello Spineto.

Per saperne di più clicca qui




Turismo, Cultura, Tempo Libero - SangroAventino

Turismo, Cultura, Tempo Libero - SangroAventinoInfo sul PortalePolicy e trasparenzaCredits