Sei in: »Turismo SangroAventino



Servizi turistici

Artigianato

Ospitalità

Ristorazione

Prodotti Tipici

Sport e Tempo Libero

Stabilimenti Balneari


Agenda

Cinema

Musei

Teatro

Mercati

Eventi



SangroAventino Newsletter




Monografie Cult

Monografie Cult


SangroAventino Blog

Entra nel Blog


Turismo SangroAventino

[IL TERRITORIO]

La Val di Sangro

I Tratturi, la Transumanza...

Immagine:

I Cuochi di Villa S. Maria

ENTRA NEL COMPRENSORIO DELLA VAL DI SANGRO

Dall’ottobre 1977 si organizza a Villa Santa Maria la I Sagra del Cuoco.
Č un’idea che nasce proprio dal fatto che i cuochi, sparsi un po’ in tutto il mondo e specialmente nelle località di villeggiatura, alla fine della stagione estiva, si riunivano per festeggiare il rientro tra le mura domestiche e mostrare qualche lato della loro arte attraverso la proposizione di piatti che erano stati i loro tormentoni per i lunghi mesi estivi e che ora, finalmente, preparavano per loro stessi.
LA VALLE DEI CUOCHI

I paesaggi della Val di Sangro

Il fiume Sangro, che attraversa tutto il comprensorio, ha lasciato una forte impronta ad una vasta porzione del territorio abruzzese.
Il viaggiatore o l’abitante di questi luoghi potrà contemplare paesaggi aperti, con alture impervie e fitti boschi che si distendono su una verde vallata solcata da aspre lame di roccia calcarea, dette “penne”, e attraversata dai tratturi, strade d’erba utilizzate dalle greggi per compiere la transumanza, che si diramano fino a giungere nel Tavoliere delle Puglie.
PERCORRENDO IL FIUME SANGRO

Tradizioni popolari

La gente del Sangro Aventino ama tenere ancora in vita le proprie tradizioni e si adopera per preparare le proprie feste, molte delle quali singolari ed affascinanti, che diventano un momento di grande socializzazione e dove il turista viene considerato alla stregua di un componente della comunità.
CERI E CIOCCIOLE PER PROPIZIARE LE PIOGGE




Turismo, Cultura, Tempo Libero - SangroAventino

Turismo, Cultura, Tempo Libero - SangroAventinoInfo sul PortalePolicy e trasparenzaCredits